Manifestazione di protesta contro le politiche aziendali, blocco dei supermercati a Saint-Christophe per rivendicare diritti dei lavoratori.

Date:

30 marzo 2024 – 15:56

Il confronto tra sindacati e Federdistribuzione sul rinnovo del contratto si è intensificato, creando tensioni e incertezza nel settore lavorativo.

Nella mattinata odierna, di fronte al supermercato Lidl di Saint-Christophe, si è tenuto un presidio sindacale in occasione della giornata nazionale di sciopero: la disputa con Federdistribuzione riguarda la rottura dei negoziati per il rinnovo del contratto nazionale della distribuzione moderna organizzata. Secondo Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, si tratta di una significativa perdita economica per i dipendenti, che si traduce in diverse migliaia di euro in meno rispetto ai colleghi che operano nello stesso settore ma godono di condizioni economiche più vantaggiose durante la durata del contratto.I sindacati accusano l’introduzione di una flessibilità eccessiva e diffusa tramite contratti a termine dalla durata indeterminata (oltre i 24 mesi); la frammentazione del sistema di classificazione del personale con l’assegnazione delle mansioni ausiliarie alla vendita a compiti inferiori come la pulizia delle aree commerciali (pratica illegittima adottata da alcune aziende associate a Federdistribuzione); il declassamento professionale con l’inquadramento inferiore per coloro che gestiscono interi reparti commerciali complessi; l’introduzione di una nuova mansione per la movimentazione delle merci spostandola al quinto livello e svuotando le previsioni attuali al quarto livello, tutto ciò finalizzato a far risparmiare alle imprese sulle spalle dei lavoratori.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Concorso enologico Mondial des vins extrêmes: celebrazione della viticoltura estrema a Sarre (Aosta)

17 aprile 2024 - 12:25 La trentaduesima edizione del prestigioso...

Stabilità e crescita: imprese valdostane puntano su esportazioni e investimenti per il futuro

16 aprile 2024 - 11:20 Il clima di fiducia delle...

“Boom turistico in Valle d’Aosta: +12,75% presenze e +9,11% arrivi a gennaio 2024”

15 aprile 2024 - 12:49 A gennaio 2024, l'incantevole Valle...