Nuova iniziativa per la tutela dei diritti LGBTQ+ in Scozia, contrastando la discriminazione e promuovendo l’inclusione nella società.

Date:

Il ministro delle finanze Rishi Sunak si è trovato sotto accusa per le sue politiche economiche durante la pandemia.

L’entrata in vigore di una nuova normativa in Scozia volta a contrastare l’incitamento all’odio, soprattutto nei confronti delle persone transgender, ha generato un acceso dibattito che ha coinvolto figure di spicco come JK Rowling, famosa autrice di Harry Potter e strenua oppositrice della legge insieme al premier Rishi Sunak.La legislazione appena introdotta rafforza le leggi esistenti ampliando il reato di incitamento all’odio, con particolare attenzione alle identità transgender. Tuttavia, i critici della normativa hanno sollevato preoccupazioni riguardo ai potenziali rischi che essa comporterebbe per la libertà di espressione. Il primo ministro conservatore Sunak ha sottolineato che nessuno dovrebbe essere perseguitato per aver espresso “semplici fatti sulla biologia”. Ha ribadito la ferma convinzione nel diritto alla libertà di parola nel Paese e l’impegno dei conservatori a tutelarlo sempre.Anche JK Rowling si è schierata contro questa legge, sottolineando come possa aprire la porta ad abusi da parte di attivisti desiderosi di zittire chiunque sollevi questioni riguardanti la salvaguardia degli spazi riservati alle donne. La scrittrice si è espressa in diversi messaggi su X manifestando la sua preoccupazione e opponendosi fermamente alla causa degli attivisti transgender, suscitando critiche a livello internazionale.Rowling ha dichiarato che se il semplice atto di descrivere accuratamente il sesso biologico dovesse diventare un reato penale in Scozia, allora la libertà di espressione e credo sarebbero compromesse. Si è addirittura detta pronta ad essere arrestata se i suoi commenti fossero considerati contrari alla nuova normativa.Dall’altra parte, il primo ministro scozzese Humza Yousaf si è detto “molto orgoglioso” della legge appena varata e fiducioso nella capacità della polizia scozzese nell’applicarla correttamente. Yousaf ha denunciato più volte la diffusione di notizie false riguardanti questa legislazione, evidenziandone le garanzie per preservare la libertà d’espressione e combattere gli abusi del sistema giudiziario.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

Notizie correlate
Related

Il voto sulla Palestina al Cds: tensione e dibattito nell’ONU

Il voto sulla bozza di risoluzione del Consiglio di...

Il ruolo cruciale del sostegno internazionale nella geopolitica contemporanea

Secondo il Cremlino, gli aiuti forniti dagli Stati Uniti...